24 agosto – ultima data edizione 2017

Oscar Del Barba è pianista e compositore.
Nato a Brescia, si è diplomato in pianoforte al Conservatorio di Brescia, e sta ultimando gli studi di composizione presso il Conservatorio G. Verdi di Milano. Si è avvicinato a svariati generi musicali (jazz, musica cubana, argentina, brasiliana) che, unitamente agli studi classici, hanno formato uno stile personale originale che influenza le sue composizioni oltre che le sue improvvisazioni.
Ha vinto due borse di studio per la frequenza al “Berklee College of Music” in Boston e il III premio al I Concorso Internazionale Pianisti Jazz “Friedrich Gulda” di Ostra (AN), oltre il I premio al concorso di composizione Brescia On Line (cat. World).
E vincitore del I° premio al Concorso Internazionale “Scrivere in Jazz” di Sassari (sezione musica da film).
Vanta collaborazioni come pianista con il cantautore Francesco Guccini e con altri importanti musicisti del panorama musicale internazionale come Markus Stockhausen, Dave Liebman, Franco Testa, Francesco Bearzatti, Flaco Biondini, Ares Tavolazzi, Ellade Bandini, Mauro Negri, Simone Guiducci. Ha più volte partecipato a trasmissioni su Radio Tre, ha lavorato per la sonorizzazione di film muti ed è molto richiesto anche come arrangiatore. Molte sue composizioni sono state pubblicate dalla casa editrice Kelidon.
Ha realizzato vari cd, e, fra questi, “Scale Mobili” (RAI Trade – Pentaflowers) è stato utilizzato per sonorizzare alcune rubriche su RAI 2, mentre “La strada” (Pepito Records-Ed. Telma) e, con M. Stockhausen, “Serengeti” (Velut Luna), vantano recensioni positive su importanti riviste musicali come Musica Jazz, Suono, Musica e Dischi, AudioPhile Sound, Fedeltà del Suono, Italian Sound Company, Libri non solo, e altri.

Simone Guiducci  è un chitarrista e compositore di musica jazz.

Mantovano, anche se nato a Torno, dopo aver collaborato con Mauro Negri, Gianni Coscia, Enrico Rava e Paolo Fresu, a partire dalla metà degli anni novanta ha realizzato con il suo progetto di folk/jazz acustico Gramelot quattro uscite discografiche per l’etichetta World Felmay, collaborando con personaggi di primissimo piano del panorama jazzistico internazionale, fra cui Ralph Alessi, Don Byron, Erik Friedlander, Chris Speed, Maria Pia De Vito, Nicolas Simion, Eberhard Weber, Achille Succi, Fausto Beccalossi, Salvatore Maiore, Roberto Dani e Ralph Alessi.
Le uscite discografiche di Guiducci sono state brillantemente recensite sulle maggiori riviste del settore, tra cui le testate francesi JazzMan e JazzMAgazine, la tedesca JazzPodium, la britannica JAzzWise, la statunitense All About Jazz e l’italiana Musica Jazz. Simone Guiducci è stato più volte segnalato fra i migliori chitarristi jazz italiani nell’ambito del referendum Top Jazz indetto fra i critici del settore dalla rivista Musica Jazz mentre i suoi dischi hanno raggiunto più volte la Top Ten della stessa rivista. Il disco Chorale, in particolare, è stato inserito dal direttore di All About Jazz fra i migliori dischi dell’anno (a livello internazionale).
Nel campo teatrale Simone Guiducci ha curato musiche di scena per spettacoli rappresentati al fianco di importanti artisti.
Si è esibito, oltre che nei maggiori festivals jazz italiani in teatri e rassegne in giro per il mondo: Tokyo, Buenos Aires, Rio de Janeiro, Mosca, Kyoto, Montreal, Vancouver, Città del Messico, Sao Paulo, Caracas, Quito, Lima, Guatemala City, Stoccolma, Helsinki, Vilnius, Tallin, Amsterdam, Liegi, Lione, Vigo, Ankara, Istanbul, Brema, Berlino, Francoforte, Düsseldorf, Dublino, Nantes, Zagabria, Belgrado, Tirana, Haifa, Nazareth e altri luoghi ancora.
Laureato in Filosofia all’Università di Bologna e Diplomato al Biennio Jazz di Trento, attualmente Simone Guiducci è docente di Chitarra Jazz e Tecnica dell’Improvvisazione presso il Dipartimento Jazz del Conservatorio Lucio Campiani di Mantova.

Vi aspettiamo numerosi nella suggestiva frazione di Monteobizzo (Pavullo – Modena) per vedere riunite due sonorità diverse, il pianoforte di Oscar Del Barba e la chitarra di Simone Guiducci, entrambi professionisti e virtuosi del loro strumento in una serata che ci auguriamo possa entusiasmare e chiudere al meglio questa bellissima ed importantissima edizione 2017 della nostra Rassegna.
Grazie, buon ascolto!

Please follow and like us: